Jean Marie Alberto Paronelli

Jean Marie Alberto Paronelli

Jean Marie Alberto Paronelli

Jean Marie Alberto Paronelli nasce il 21 Dicembre 1914 a Gavirate.
A 18 anni, dopo aver studiato in Italia e in Svizzera, si reca a Londra dove completa la sua preparazione professionale. Si rivela particolarmente predisposto ad apprendere le lingue tanto che nel corso della sua vita parla e scrive correttamente Francese e Inglese, Tedesco e Spagnolo.
Studia e si appassiona anche alle lettere antiche e alla storia dei popoli. A Londra frequenta il rinomato Hotel Savoy e nella città londinese conosce l’arte della Pipa, visitando con assiduità i negozi di Burlington Arcade. Diviene prima collezionista e poi consulente di altri appassionati collezionisti come lui. Inizia a lavorare per Leonida Rossi e apre un ufficio a Milano per la vendita delle Pipe Rossi. Negli anni ’60 Paronelli acquista la sala campionaria in stupendo stile direttorio della ditta, che aveva nel contempo chiuso la produzione. Mantiene viva la produzione epistolare con i maggiori intellettuali del tempo appassionati come lui all’arte della Pipa e fonda la rivista ”La Pipa”.
Alberto Paronelli è stato un personaggio unico e fantastico nel mondo della pipa ( definito così nella presentazione grandi designer di Brebbia per il quale disegnò un modello curvo a uovo).
Credeva soprattutto nell’amicizia e nei rapporti umani. Nella sua casa e nel vicino Museo della Pipa si danno ancora oggi appuntamento gli appassionati di tutto il mondo.

Alberto Paronelli

Alberto Paronelli con i simboli dei Santacroce

Raccontava tanti piacevoli aneddoti e ti scoprivi bambino in un mondo incantato ed iniziavi a capire, conoscendolo meglio, che Alberto a ciascuno raccontava una storia diversa, per insegnargli qualcosa.
La cosa che maggiormente colpiva conoscendolo è la vitalità di chi, come lui, ha avuto la fortuna di non lavorare mai un giorno, perché lo ha fatto con grande passione. Nel suo museo della Pipa, aperto ad amici vecchi e nuovi, puoi trovare ancora oggi il giornalista in cerca di qualche articolo interessante da pubblicare, l’amico scultore, il ceramista. La sua creatività si esprimeva nelle parole ma anche nella pittura e nella scultura.
Si dilettava, infatti, con maestria oltre che di pittura, nel modellare la terracotta e, dopo parecchi studi sulla civiltà Maya, ha realizzato una bellissima collezione di statuette.