LA PREPARAZIONE DELLA RADICA DI ERICA ARBOREA

Paronelli pone grande importanza alla preparazione del “ ciocco “.
Per ottenere una buona pipa viene seguito un rigido disciplinare.
La radica viene coltivata, direttamente sotto la supervisione di Ariberto, nelle migliori aree geografiche d’ Italia ( Sardegna e Calabria ). Grazie al clima prettamente mediterraneo questa pianta si sviluppa al meglio garantendo un prodotto di elevata qualità.
Viene cavata dal terreno nel periodo che va da Ottobre a Marzo ( ovvero quando la pianta è a riposo e quindi priva di linfa che renderebbe amaro il prodotto finale ).
L’abilità di un buon segantino sta nel tagliare il ciocco nelle varie placche in modo tale da poter valorizzare al massimo la venatura della futura pipa.
Estremamente importante è la bollitura. Essa viene fatta per stabilizzare e depurare il pezzo di radica ( che crescendo sotto terra assorbe tutti i Sali minerali e i tannini del terreno ). La bollitura dura circa 15 ore ( ogni ora viene tolto e rimpiazzato ¼ dell’acqua ). Alla fine di questo processo si ottiene un’acqua color sangue contenente tutte le sostanze cattive che erano presenti nel ciocco di radica.
Finito questo processo si fanno asciugare e stagionare le singole placche. Questo processo può variare dai 2 ai 5 anni. Paronelli inoltre è in grado di produrre pipe realizzate con radica dalla stagionatura minima di quasi 70 anni ( placche preparate dal fondatore JEAN MARIE ALBERTO PARONELLI all’atto della fondazione nel 1945 ).
Grazie a questo disciplinare Paronelli riesce ad ottenere una radica buona fin dalle prime fumate.



LA CLASSIFICAZIONE PARONELLI PIPE ( NATURALI A CERA )

GRADO ** Pipe con un’ottima fiamma ricavate dalla placca di radica
GRADO *** Pipe interamente fiammate e con occhio di pernice ricavate dalla placca di radica

Le pipe Paronelli prodotte a partire da Luglio 2014 possono essere riconosciute anche da un pallino in radica presente sul bocchino.